/ Come Alessandro Borghi è diventato Stefano Cucchi in “Sulla Mia Pelle”

“Sono diventato piuttosto intrattabile mangiando praticamente solo 40 grammi di lenticchie rosse decorticate al giorno. Pesavo 62 chilogrammi nelle ultime due settimane di riprese “

“Quando passavo davanti alla pasticceria sotto casa la fissavo come si guarda una gioielleria, appoggiato alla vetrina, con la mia fidanzata costretta a portarmi via ai forza. La mia nutrizionista, finite le riprese, voleva che facessi lo stesso percorso al contrario, ma sempre graduale per recuperare peso. Per non sentirmi male.”

“La cosa che più mi ha sconvolto, oltre all’aver perso diciotto chili, è stata l’assenza della magistratura. Il far finta di non capire, la voglia di Stefano di non dire la verità e di non denunciare nulla. Mentre giravamo e ripetevo le battute ho pensato spesso al fatto che Cucchi non abbia parlato perché era convinto di farlo una volta fuori dal carcere, ma più volte volevo strillare ‘aiuto’ io al suo posto.”

La sua fidanzata a proposito di quel periodo ha detto: “Ha perso 18 chili. Moltissimi su un fisico longilineo come il suo, e la dieta gli precludeva ogni vita sociale. Quando tornava a casa, gli chiedevo come fosse andata, ma rispondeva a monosillabi. Di rado mangiava e alle 20 andava a dormire, per non sentire la fame. Sono stati mesi dedicati solo al progetto. In assoluto, il periodo di lavoro più drastico: dormiva a casa ma era un eremita.”

Alessandro Borghi

“Non avrei mai potuto sopportare l’idea di vedere questo film fatto da qualcun altro…”

Alessandro Borghi

Un pensiero su “/ Come Alessandro Borghi è diventato Stefano Cucchi in “Sulla Mia Pelle”

  1. Ho amato molto questo film, ma é stato al contempo come ricevere un pugno in pieno stomaco, nonostante avessi già seguito la vicenda. Pazzesco, davvero pazzesco

Rispondi