/ 12 Curiosità su “Shutter Island” (2010)

1. Il film è la trasposizione del romanzo omonimo di Dennis Lehane (autore fra gli altri anche di “Mystic River”), uscito in Italia con il titolo “L’isola della paura” (2003).

2. Per un periodo durante la produzione il titolo venne modificato in “Ashecliffe”. Il nome dell’ospedale specializzato nella cura dei criminali malati di mente.

3. Mark Ruffalo ebbe la parte inviando una lettera a Martin Scorsese e scrivendo quanto volesse lavorare con lui.

4. Il film ebbe un ottimo successo al botteghino con quasi trecento milioni di dollari di incasso ma clamorosamente neanche una nomination agli Oscar. L’unica collaborazione Scorsese e DiCaprio senza candidature.

5. Prima che Scorsese e DiCaprio decidessero di lavorare a questo film, stavano inizialmente lavorando alla pre-produzione di “The Wolf of Wall Street”. All’epoca, però, non ottennero i finanziamenti. Poi lo realizzarono nel 2013.

6. Nel film Teddy racconta di aver ucciso delle guardie naziste nel campo di Dachau. L’episodio è realmente accaduto, durante la liberazione del campo da parte dall’esercito statunitense, il 29 Aprile 1945.

7. Questo è l’ultimo film di Martin Scorsese ad essere girato interamente su pellicola.

8. Scorsese fece vedere a tutti i membri della cast e della troupe “La donna che visse due volte” e “Le catene della colpa” per far capire il mood del film.

9. Se si guarda attentamente questa scena si può già capire la fine del film!
Infatti le guardie, pronte in caso di emergenza, stanno dietro solo ai malati psichiatrici…

10. L’anagramma di “Shutter Island” è “Truth and Lies” (Verità e Bugie).

11. Il film è ricco di errori (voluti) di continuità nel montaggio… per disorientare lo spettatore.

12. I primi attori considerati per i ruoli da protagonisti, quando ancora era David Fincher il candidato numero alla regia del film, erano Josh Brolin nella parte di DiCaprio e Robert Downey Jr. in quella di Ruffalo.

Rispondi